mercoledì 11 marzo 2015

L’uomo è predisposto a nutrirsi di sola frutta

Riporto il testo trovato nel sito innerclean.it sugli studi del dott. Alan Walker.



Studi preliminari sui denti fossili hanno condotto il Dott. Alan Walker, antropologo dell’Università John Hopkins a suggerire una ipotesi sensazionale: gli antenati umani, in origine, non erano prevalentemente mangiatori di carne e neppure di semi, germogli, foglie o erbe. Né erano onnivori. I loro denti invece sembrano mostrare le tipiche caratteristiche di chi si nutriva di una dieta a base di frutta.

lunedì 2 marzo 2015

Referente Assente

Suggerisco la lettura del seguente testo "La costruzione sociale dei corpi commestibili e degli umani come predatori" da cui qui sotto un'estrazione.
Asefrid




.... L’ontologia riassume l’ideologia. In altri termini, l’ideologia crea ciò che appare come ontologico: se le donne sono ontologizzate come oggetti sessuali (o stuprabili, come sostengono alcune femministe), gli animali sono ontologizzati come fonti di carne. Ontologizzando donne e animali come oggetti, il nostro linguaggio elimina contemporaneamente il fatto che qualcun altro agisca come soggetto / agente / esecutore di violenza.

martedì 10 febbraio 2015

Latte materno

Riporto il testo tratto da My personal Trainer - Latte Materno dove si evidenzia.
- la notevole differenza proteica del latte vaccino con il latte materno;
- la necessità di modificare, trattare, integrare, diluire il latte vaccino per poterlo somministrare al neonato;
- lo sforzo metabolico del neonato e le possibili allergie, infezioni, rigurgiti, ecc.
- intollerenze dovute al passaggio del latte vaccino bevuto dalla madre, al bambino nutrito con latte materno.


lunedì 26 gennaio 2015

Società Italiana Unitaria Colonproctologia


Riporto il sito della SIUCP e il testo della pagina dove si evidenza il rischio di tumori con i grassi animali.
Asefrid






....Sembra che i fattori ambientali, e in particolare quelli dietetici, siano responsabili della gran parte dei tumori del colon-retto. Gli studi epidemiologici delle abitutidini alimentari e delle migrazioni delle popolazioni hanno evidenziato che la dieta ricca di grassi animali e di carne e povera di fibre aumenta il rischio per questi tumori. Infatti la dieta ad alto contenuto di proteine e di grassi di origine animale si associa con un elevato contenuto di acidi biliari e metaboliti del colesterolo nelle feci dei pazienti portatori di neoplasie del colon-retto.
Oltre le elevate concentrazioni di acidi grassi si ricordano anche la carenza di calcio e il pH alcalino delle feci; d'altra parte è dimostrato l'effetto protettivo della dieta ricca di verdure, di frutta e di cereali....




domenica 7 dicembre 2014

Ipercarotenosi

In questi giorni mi son trovata la pelle delle mani giallastra. Sono andata a cercare su internet e leggendo questo articolo su My Personal Trainer ho capito il perchè : in questi giorni ho "abusato" di caroteonidi con le mie ricette alla zucca!
Asefrid


Se la pelle si presenta di colore giallo può trattarsi di ipercarotenosi, condizione dovuta all’accumulo di caretonoidi, pigmenti contenuti in carote, broccoli, spinaci, mango, papaia, patata dolce, zucca, ecc. per cui un consumo elevato di questi alimenti o di integratori di pro-vitamina A può associarsi a pelle gialla. Questa colorazione interessa principalmente il palmo delle mani e la pianta dei piedi, a volte anche il viso.





sabato 6 dicembre 2014

Guarigione attraverso l'alimentazione



CONFERENZA DEL DOTT. COCCA GIUSEPPE

Ho trovato interessante questa conferenza vista su You Tube e vi riporto un testo riassuntivo.
Qui trovate anche il Curriculum Dott. Giuseppe Cocca
Asefrid




E’ il nostro sistema che utilizza il cibo. Non è sufficiente che un cibo contenga delle sostanze. Dipende dal nostro metabolismo. Il digiuno è uno strumento. Digiuno è un intervallo allungato.
Quello che mettiamo dentro il nostro organismo non fa parte di noi. Fa parte di noi ciò che assimiliamo.

lunedì 20 ottobre 2014

Perchè i legumi producono gas?

Ecco il perchè dei gas. Trovato su https://it.wikipedia.org/wiki/Fabaceae
Asefrid


Nei legumi sono presenti tre oligosaccaridi: raffinosio, stachiosio e verbascosio (in quantità massime nei legumi secchi, minime in fagioli e piselli freschi), che non vengono digeriti dagli enzimi del tratto gastrointestinale e fermentano nella flora batterica del colon, con una produzione di gas da 3 a 6 volte maggiore degli altri nutrienti.